Nuovo brevetto: Paolo e Peggy!

17 Mar

La prima volta che l’abbiamo vista, Peggy era un batuffolo avvolto in un trasportino di stoffa.

x-default

Suo padre Lapo, meraviglioso springer spaniel, aveva da poco conseguito il brevetto con una valutazione eccellente per la ricerca, ma a parte ciò è sempre stato un cane di quelli con cui ti relazioni più volentieri che con tanti esseri umani… cani che non hanno neanche bisogno della parola per comunicare con te. Dunque, alla nascita di Peggy, tutti facevamo il tifo perché il DNA del babbo emergesse in proporzioni robuste.

Ebbene, dopo pochi mesi la nostra era già pronta per abbandonare la ricerca a vista: desiderosa di spaziare, spontaneamente incline a segnalare la presenza di persone estranee o di situazioni “anomale”… un cane da lavoro con pochissimo da correggere e molte doti da esaltare. Un percorso di addestramento lineare, pulito, non solo per buona linea di sangue: Peggy caratterialmente è molto diversa da Lapo. Dietro c’è anche la gestione consapevole da parte dei “suoi umani” Paolo, Marina, Michele – tutti volontari di Argo – e, diciamolo, un bravo istruttore…

 

DSCN5885

Ora, due anni appena fatti, anche Peggy ha conseguito il brevetto operativo di ricerca in superficie, condotta da Paolo Porrini. Per essere onesti, a Marina  – moglie di Paolo – bisognerebbe dare il brevetto onorario, perché ha partecipato attivamente alla preparazione di entrambi i cani con intelligenza ed energia. UN APPLAUSO internautico a tutta la famiglia Porrini!!!

A te, cara Peggy, grazie di esistere…  sii sempre te stessa e che la tua gioia scodinzolante viaggi per molti anni tra mille e più coni d’odore!

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: